Seleziona una pagina

Pinterest, il social network delle “bacheche”

Un social diverso dagli altri

Nato nel 2010, grazie all’idea di Evan Sharp e Ben Silbermann, Pinterest è considerato uno dei social network più utilizzati del momento. Con questo sito possiamo salvare i “pin”, ovvero i contenuti multimediali di nostro interesse, video e immagini, per poi catalogarli (o meglio, “appenderli”) nelle nostre bacheche personali.  Queste bacheche vengono anche chiamate “boards” e sono organizzate per temi, così che, quando gli utenti svolgono ricerche, risulta loro più facile trovare risultati attraverso le parole chiave. A differenza di altri social network, ad esempio Facebook e Instagram, che si basano su contenuti condivisi da una rete di “amici”, Pinterest accoglie persone che si riuniscono intorno ad uno o più interessi (ad esempio l’interesse per la cucina, per gli animali, per lo sport e così via).

I temi più cliccati su Pinterest

Temi d’ispirazione e temi di marketing

Pinterest accoglie tutte le idee dei suoi utenti, i quali le raggruppano nella loro “board”. Ad ogni bacheca viene assegnato un nome, attribuito dall’utente, che ne faciliterà la ricerca.

Molte aziende utilizzano questo social per promuovere le loro attività e per vendere i loro servizi, così, a fianco dei temi di stile, di arte, di progetti fai-da-te da provare (i temi d’ispirazione), gli utenti hanno iniziato a condividere contenuti inerenti ad argomenti di marketing online (ristorazione, abbigliamento, viaggi…).

Pinterest si afferma come strumento di web marketing

Le aziende scoprono il web marketing su Pinterest

Negli ultimi anni, sul web, e soprattutto con i social network come questo, si è affermato ed è diventata popolare la tendenza di intraprendere azioni di web marketing su queste piattaforme. Tutti noi, utenti digitali esperti e meno esperti, abbiamo avuto contatto diretto con questo nuovo modo di fare marketing. Ogni giorno, sui social network, milioni di aziende promuovono i loro beni e servizi agli utenti, che si imbattono in  post pubblicitari in maniera più o meno desiderata. Il social media marketing è una forma di web marketing che sfrutta nei social media le funzioni di interazione e condivisione, al fine di aumentare la visibilità e la notorietà di una marca o di un brand.

I “Pin” aziendali

Su Pinterest l’aspetto del web marketing sta crescendo sempre più velocemente e la piattaforma in poco tempo ha permesso alle aziende di rafforzare l’immagine del loro brand e di definire la propria personalità aziendale. Molte attività si sono avvicinate a questo strumento per vendere i loro beni di consumo, proponendo foto e immagini di questi: più le foto sono accattivanti, esclusive e di qualità, più il post ha possibilità di colpire e attrarre gli utenti. In questo tipo di post sono presenti anche delle descrizioni del prodotto, brevi ma esaustive, dove si possono trovare varie informazioni dettagliate. Non mancano, poi, i link di riferimento ai siti delle aziende promotrici, che aiutano il potenziale cliente nell’acquisto del prodotto o del servizio offerto. Una funzione molto utile è stata aggiunta nel 2016 e consente di inserire nelle bacheche i “video promozionali”: le aziende, quindi, possono usufruire di questa possibilità, inserendo e pubblicando tutorial o recensioni da parte dei clienti.

Pinterest per le aziende: ecco i nostri 4 consigli per utilizzare pinterest per vendere

1. La tua bacheca deve essere interessante e accattivante.

Le tue foto e i tuoi video devono riuscire a catturare l’attenzione dell’utente e per farlo devono essere originali, di qualità e non scontate.

2. Impara a “Repinnare” e commentare i post.

Qualsiasi ricondivisione o commento su Pinterest ti da l’opportunità di ottenere del traffico: ciò significa che ogni volta che repinni o commenti un post, l’utente in questione riceverà una notifica. Con un po’ di fortuna, e con una bacheca accattivante, questo utente potrà essere incuriosito e potrà fare clic sul link che state promuovendo.

3. Pubblica Pin con costanza.

Il numero di pubblicazioni ideali si aggira intorno ai 5-10 Pin al giorno.

4. Evita un’autopromozione eccessiva.

I tuoi contenuti non possono limitarsi a fare una semplice propaganda del tuo prodotto. I post devono avere un certo valore, devono riuscire a creare un rapporto con gli utenti e guadagnare la loro fiducia. Solo così otterrai l’opportunità di sollecitare il tuo contatto in maniera produttiva.

Pinterest o altri social network?

Tante aziende, tuttavia, non si avvicinano ancora a Pinterest, ma puntano piuttosto ad altri social. Varie indagini mostrano che il 55% degli utenti di Pinterest utilizza la piattaforma con l’intento di cercare e acquistare prodotti, mentre la percentuale di chi compie queste azioni su Facebook è solo del 12%.

Stando alle statistiche, possiamo affermare che Pinterest sta migliorando sempre di più le sue prestazioni, a discapito di altri social, che rischiano di perdere la loro fetta di mercato. Questi ultimi reagiranno o lasceranno crescere maggiormente questa piattaforma?