Seleziona una pagina

Cyber security: proteggere i tuoi dati è importante

Information security: di cosa si tratta?

Prima di dare la definizione di sicurezza informatica e spiegare in cosa essa consiste, è necessario parlare delle ICT (Information and Communications Technologies), ovvero quell’insieme di metodi e di tecniche utilizzate nella trasmissione, ricezione ed elaborazione di informazioni (tecnologie web e digitali comprese), che si sono diffuse ampiamente dopo la cosiddetta Terza rivoluzione industriale (seconda metà del ‘900). Detto ciò, la sicurezza informatica (information security) è l’insieme di quei mezzi e tecnologie volto alla protezione dei sistemi informatici. Per una corretta e adeguata gestione della sicurezza informatica ci devono essere tre aspetti:
– Disponibilità dei dati: il patrimonio informativo deve essere salvaguardato nella garanzia di accesso, usabilità e confidenzialità dei dati;
– Integrità dei dati: l’informazione non deve subire modifiche o cancellazioni a seguito di errori o di azioni involontarie;
– Riservatezza informatica: la sicurezza deve essere gestita in modo che vengano mitigati i rischi connessi all’accesso o all’uso delle informazioni in forma autorizzata.

Cosa devi fare per proteggere i tuoi dati

Se utilizzi spesso dispositivi elettronici o passi molto tempo a navigare su internet, devi tener conto di alcune precauzioni per evitare di rimanere vittime di un attacco hacker. Al giorno d’oggi è diventato facilissimo rubare i dati e le informazioni riservate di un utente su Internet, e gli utenti, spesso, sottovalutano i pericoli online. Ecco alcuni consigli per difenderti quotidianamente dai pirati informatici:

Stai attento agli allegati delle email

Uno dei maggiori pericoli per la sicurezza informatica sono gli allegati ricevuti via email. Devi stare attento ai messaggi inviati da mittenti estranei, che contengono, ad esempio, “documenti di lavoro” o “documenti bancari” sospetti. Poni attenzione anche agli allegati ricevuti dagli amici: potrebbero essere stati infettati da un virus che cerca di prendere possesso del tuo dispositivo.

Occhio ai social media

I social media, oltre a essere piattaforme divertenti e di svago, possono essere anche uno strumento che espone in maniera non sempre sicura la nostra vita agli altri. Stai attento a cosa pubblichi, tieni riservate le informazioni private e non inserire dati sensibili come contatto telefonico o account email, se non è davvero necessario.

Le connessioni pubbliche sono pericolose

Evita il più possibile di connetterti a reti pubbliche e non protette (come ad esempio quelle negli aeroporti, stazioni…): gli hacker usano queste reti per monitorare la navigazione così da rubare le informazioni e i dati sensibili degli utenti connessi.

Le password: più sono e meglio è

Ricordarsi troppe password differenti è veramente difficile, lo sappiamo, però è importante farlo per sfuggire agli attacchi degli hacker. Se hai problemi a ricordartele, soprattutto le più complesse, ti consigliamo di usare un servizio di password manager, sperando che anche questo non sia vulnerabile ai pirati informatici.

I servizi bancari online

Le banche oggigiorno offrono vari servizi online: sono molto comodi e sicuri. Tieni a mente, però, di non accedere al conto bancario online se sei su una connessione non sicura, e fallo solamente attraverso l’app o sul sito ufficiale della banca.

sicurezza informatica

La sicurezza informatica nelle aziende

Gli utenti privati non sono gli unici a dover porre la loro attenzione alla sicurezza informatica. Anche, e soprattutto, le aziende devono attuare una strategia di monitoraggio e di controllo. Secondo un’indagine, in Italia, il 92% delle aziende intervistate ha ammesso di aver subito un attacco informatico lo scorso anno. Gli hacker diventano sempre più bravi a mascherare i loro attacchi, in modo che rimangano nascosti per un periodo più lungo ed estrarre più dati. Col passare del tempo, le aziende italiane stanno scoprendo alcune nuove tecnologie che possono aiutare a ridurre lo sforzo necessario per proteggere le infrastrutture e le sfruttano per ridurre i costi e aumentare l’efficienza dei loro dipartimenti ITC. Alcune di queste tecnologie sono:
– Broker della sicurezza per l’accesso al cloud: offre delle funzionalità per la sicurezza aziendale come autotenticazione, crittografia, rilevamento di malware, audit e gestione dei dispositivi.
– Il controllo adattivo degli accessi: rileva la posizione dell’utente ed effettua un duplice controllo dell’identità mediante la richiesta di ulteriori informazioni di autenticazione.
– Le analitiche della sicurezza dei big data: tramite la correlazione dei dati provenienti da un’ampia varietà di fonti nel corso del tempo, seguita dalla modellazione e analisi di scenari complessi, i big data sono in grado di superare i tradizionali sistemi di gestione delle informazioni grazie all’identificazione anticipata e più precisa delle minacce.

I nostri consigli

Se hai un’azienda, scopri come proteggere i suoi dati e come prevenire agli attacchi degli hacker.

La formazione del personale è importante

Cattive intenzioni, ma ancor più spesso semplici disattenzioni, costituiscono i rischi maggiori. I dipendenti devono essere informati di cosa può succedere o a cosa possono andare in contro a seguito di uno sbaglio o semplicemente di una dimenticanza.

Utilizza buoni antivirus

Gli antivirus vanno costantemente aggiornati e devono essere affiancati spesso dall’esecuzione di scansioni regolari, per analizzare la situazione dei pc dell’azienda.

Fai spesso un backup dei dati

Fai una copia dei tuoi file, possibilmente su chiavette USB o su Hard Disk esterni: così se un virus infetta i pc, avrai delle copie di dati protette, che potranno essere ripristinate sui computer.

Definisci una strategia di sicurezza informatica efficace

Devi attuare un piano di gestione della crisi che deve prevedere lo scenario peggiore: quello in cui vengono compromesse risorse importanti per i clienti. Ogni malfunzionamento o falla alla sicurezza deve essere analizzata per verificare se la strategia in precedenza utilizzata non ha funzionato, quali e quanti danni ha prodotto e dove è necessario correggere.

sicurezza informatica

CISO e il DPO, due figure importanti per la cyber security delle aziende

Due figure professionali che risultano sempre più importanti per garantire la sicurezza informatica in azienda sono il CISO (Chief information security officier) e il DPO (Data protection officer). Il primo ha il compito di definire la visione strategica, implementare programmi di protezione volti a ridurre i potenziali effetti collaterali all’adozione di strumenti hi-tech. Deve comprendere il business dell’azienda tramite un costante dialogo con i responsabili di prodotto. Il secondo è previsto dal nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati personali. Mette in atto una politica di gestione del trattamento dei dati personali all’interno dell’impresa. In entrambi i casi, può essere una persona che si trova già all’interno dell’azienda oppure può essere scelto dall’esterno.

Proteggersi dagli attacchi degli hacker è importante, ma attrezzarsi per prevenirli lo è ancora di più.