Seleziona una pagina

Whatsapp cambia le regole e limita l’invio di messaggi di massa

Ormai nessuno riesce a fare a meno di inviare messaggi whatsapp

Gli utenti attivi mensili sono arrivati a quota 1,5 miliardi: sono solo persone che vogliono fare conversazione con i propri familiari o amici? No, adesso Whatsapp è utile anche per le aziende: alcune di queste utilizzano whatsapp per avvicinare i loro clienti alle promozioni; altre che hanno un sito e-commerce sfruttano il canale whatsapp nel momento in cui si lascia in sospeso un acquisto o un prodotto nel carrello, ricordandoti che l’oggetto è ancora in vendita o che puoi ancora usufruire di offerte speciali; inoltre alcune aziende sempre con ecommerce ti inviano messaggi per dirti che sono disponibili articoli correlati a quelli che hai già visto o comprato. Con i vari aggiornamenti, l’app offre la possibilità di creare gruppi di lavoro, fare videochiamate, inviare contenuti multimediali (video, foto o GIF), inviare documenti, registrazioni vocali e la propria posizione geografica. Dal febbraio 2017 è stata introdotta la funzione dello Stato: consiste nel condividere una foto o un video che rimarrà visibile per 24 ore (simile alle Stories di Instagram, Snapchat e Facebook). Whatsapp è diventato indispensabile per la comunicazione simultanea e digitale: al giorno d’oggi 8 persone su 10 hanno questa applicazione scaricata all’interno del loro smartphone.fake news whatsapp

Whatsapp coinvolto in controversie giudiziarie

Nel corso degli anni la società è stata protagonista di alcune controversie giudiziarie, soprattutto in Brasile: ad esempio nel 2015 il giudice del tribunale di San Paolo ha ordinato alle compagnie telefoniche di tutto il paese brasiliano di sospendere il servizio per 48 ore dopo che Whatsapp si era rifiutata di fornire alle autorità l’accesso a dei messaggi di un sospettato legato al traffico di stupefacenti. O un altro caso è stato quello del 19 Luglio 2016, quando il tribunale di Rio de Janeiro ha ordinato a 5 compagnie telefoniche di bloccare i servizi di Whatsapp e di multare con 50.000 reales al giorno (circa 15.625 dollari) chi non avrebbe rispettato il provvedimento: il servizio non aveva collaborato con lo Stato per un’indagine penale. Ad ogni modo, adesso l’applicazione si è adoperata per salvaguardare il “benessere” e la sicurezza dei suoi utenti.

Fake news: Whatsapp combatte per la sicurezza online

Negli ultimi mesi l’applicazione di messaggistica più utilizzata al mondo ha riscontrato non pochi problemi politici e sociali. Importanti e decisivi sono stati gli eventi accaduti in India e in Myanmar. Tra il giugno e il luglio scorso, in India stava girando un video su Whatsapp che ritraeva il rapimento di un bambino da parte di due uomini. A causa di questo video virale e altri messaggi dannosi, 8 persone sono state uccise dai cittadini in rivolta. L’ultimo episodio ha visto l’omicidio di 5 uomini linciati dalla folla perché accusati ingiustamente, senza alcuna prova, di essere i responsabili di un rapimento di minori. Il video che stava girando sulla piattaforma non era altro che una campagna di sensibilizzazione per la sicurezza dei minori organizzata in Pakistan, ma non compariva la parte finale. Infatti, alla fine del video originale si vedono i due uomini riportare a casa il bambino e appare un messaggio che invita i genitori a stare attenti alla sicurezza dei propri figli. Whatsapp non è stata la causa degli scontri, ma è stato lo strumento su cui il fuoco della violenza è divampato; quindi, seguito a queste sanguinose vicende, gli sviluppatori dell’app hanno deciso di correre ai ripari e di apportare delle modifiche per tutelare e preservare la sicurezza online.

whatsapp fake news

Limitati i messaggi whatsapp di massa: non sarà più possibile inoltrare un messaggio a 250 persone contemporaneamente

La prima azione correttiva che Whatsapp ha compiuto per salvaguardare la sicurezza online è quella che riguarda la condivisione dei messaggi di massa. Prima di questo cambiamento, l’applicazione consentiva di inoltrare un messaggio o un contenuto multimediale ad un massimo di 250 persone contemporaneamente. Adesso, a seguito dei gravi avvenimenti accaduti, in India sarà possibile condividere il messaggio ad un massimo di 5 persone, mentre nel resto dei paesi la soglia massima sarà di 20 persone alla volta. Whatsapp, inoltre, ha deciso di eliminare la funzione “inoltra” che compare al fianco di foto o video all’interno delle chat.

Lo scopo di queste modifiche sarebbe quello di limitare la circolazione di notizie pericolose o di una fake news, ma non è detto che riescano nel loro fine. In linea teorica, però, dovrebbero rendere più difficile la rapida diffusione di messaggi potenzialmente dannosi per la società e Whatsapp tornerebbe così alla sua vocazione intima e familiare originaria.